Mia Madre era un Mito di Maria Luisa Spezia

Udite, udite!

Al nostro catalogo Narrativa si aggiunge un libro decisamente fuori dalle righe e unico nel suo genere:

Mia Madre era un Mito di Maria Luisa Spezia con illustrazioni dell’artista Martina Gianello

Aneddoti fuori dalle righe, situazioni animate da un personaggio straordinario che non esita a combattere convenzioni e bigotterie per offrire alla figlia uno sguardo inedito e profondo sulla vita. Mia Madre era un Mito è un diario, una serie di testimonianze reali sullo sfondo di panorami fantastici narrate attraverso una penna deliziosamente vivace e irriverente. Un libro che cammina in punta di piedi e che vi farà sorridere e riflettere.

Disponibile da ora sul nostro sito in una elegante versione cartacea ed eBook.

Audiolibri: iniziamo anche noi!

Siamo felicissimi di annunciare una cosa davvero bella e importante su cui stiamo lavorando da un po’… il nostro ingresso nel mercato degli Audiolibri. Abbiamo infatti sottoscritto un accordo con uno dei principali player del settore, il Narratore Audiolibri, e il nostro calendario di uscite previste per il 2018 è già piuttosto ricco.

I nostri audiolibri sono interpretati dall’attore Andrea Rega e registrati professionalmente presso lo studio di Nicholas Izzi.

il nostro interprete, Andrea Rega: Diplomato presso l’Accademia d’Arte Drammatica del Lazio, laureato presso il DAMS di Roma Tre, è attualmente co-fondatore e vicepresidente dell’Associazione “Fonderie delle Arti – Signor Keuner” con sede in Fondi (LT), dove porta avanti progetti di laboratori teatrali e spettacoli. Collabora con vari istituti scolastici della zona in qualità di esperto esterno, e collabora con il sito “Theatron 2.0” con il blog “L’Angolo del Sig. Keuner”.

Punti di Fuga: il nuovo libro di Paola Romano

La collana poesia di Ali Ribelli Edizioni si arricchisce con il nuovo libro di Paola Romano, la raccolta Punti di Fuga – Vanishing Points con traduzione in lingua inglese di Jason R. Forbus e immagine di copertina di Martina Gianello.

Paola, raccontaci qualcosa di te.

Da dove inizio? Uhm, allora, sono nata in un sabato afoso del giugno 1988 a Formia (LT). Da sempre appassionata di cinema e letteratura, dopo la laurea in Lettere Moderne (presso l’Università “La Sapienza” di Roma) e un master per l’insegnamento dell’italiano agli stranieri (presso l’Università degli Studi di Milano), ho deciso di fare quello per cui sono nata: scrivere.

E come ti sei avvicinata al mondo della scrittura?

Ho iniziato frequentando il corso biennale di Sceneggiatura della Scuola Internazionale di Comics di Napoli, che ho concluso nel 2014, e il corso di Regia della scuola di cinema Pigrecoemme, sempre a Napoli — entrambe esperienze molto formative.

Dicci qualcosa dei tuoi lavori.

Ad oggi ho scritto e sceneggiato diverse storie a fumetti autoprodotte e collaborato come aiuto-regista alla realizzazione di alcuni videoclip musicali; ho inoltre realizzato, come regista e sceneggiatrice, due cortometraggi: “Riverberi” (2013) e “Cosa mi aspetta nella direzione che non prendo?” (2014). Ho scritto, in precedenza, un altro libro di poesie, “Storie di una bambina immaginaria”, edito da DeComporre Edizioni (2015).

Un uccellino ci ha detto che hai vinto anche alcuni premi…

Eh eh, sì, nel 2015 mi sono aggiudicata il “Premio Nazionale Letteratura Italiana Contemporanea Laura Capone Editore” con quattro poesie. Ho poi ricevuto un attestato di merito dal CET Scuola Autori di Mogol, che ha pubblicato alcune mie opere nell’antologia della Scuola. Collaboro inoltre, come giornalista, con il periodico V-News.

Un curriculum di tutto rispetto. Progetti per il futuro?

Sì: continuare a scrivere racconti, canzoni, poesie e pensieri sparsi, che pubblico sul mio blog.

Grazie mille, Paola. E in bocca al lupo con Punti di Fuga, sarà un sicuro successo!